4 Abitudini fondamentali per avere successo sul web (e nella vita)

In questo blog, normalmente condivido con te le strategie di web marketing, i consigli per creare una buona comunicazione e per lavorare meglio al tuo progetto. Tuttavia queste nozioni, sebbene molto importanti, trovano la loro vera efficacia solo se rivolte a persone davvero determinate e motivate a realizzare i propri progetti.

Purtroppo, so bene che ci sono tanti lettori che pur studiando continuamente, sul mio sito ma anche altrove, tutto ciò che riguarda il web e le più disparate strategie di copy, marketing e vendita, restano immobili nell’attesa del giorno perfetto o dell’idea geniale per iniziare.

A dirla tutta, sono sicuro che quelli che non inizieranno a fare mai niente, sono la maggioranza. Qualcosa, come una catena invisibile gli trattiene da iniziare qualsiasi progetto concreto.

Questa catena invisibile può essere l’abitudine alla routine quotidiana, la paura delle nuove sfide, il timore dell’insuccesso o semplicemente la pigrizia.

Per questo oggi voglio parlarti delle abitudini fondamentali che devi cambiare se vuoi davvero iniziare ad essere un piccolo imprenditore del web.

Ci sono alcune abitudini che sono la vera spina dorsale di ogni persona di successo e non sono certamente facili da applicare. Io stesso, ogni giorno, lotto con la mia pigrizia e con il tempo per metterle in pratica, consapevole che solo così posso migliorare ed ambire a raggiungere i miei traguardi.

Sono abitudini che è importante applicare non solo per avere successo nel mondo del web, ma anche nella vita privata e nella propria professione.

Dopo avere imparato a mettere in pratica queste abitudini sarà molto più semplice riuscire a realizzare i progetti che ti sei prefissato e applicare quelle strategie che finora ti sei limitato a conoscere solo teoricamente.

Senza tirarla troppo per le lunghe, ti spiego nel dettaglio quali sono le quattro strategie che reputo fondamentali  per avere successo nel web e nella vita. Fai tesoro di quanto stai per leggere, perché, se farai tuoi questi concetti, potrai davvero avere una marcia in più rispetto al 90% delle persone che ti circondano quotidianamente.

Abitudine numero 1: Vedere i problemi come opportunità

La prima abitudine che devi prendere è quella di iniziare a smetterla di vedere i problemi come tali. Siamo circondati da problemi, da imprevisti, da piccoli contrattempi che ci rovinano la giornata: i mezzi di trasporto inefficaci, il computer che decide di abbandonarci nel momento del bisogno, il modem che ci impedisce di connetterci, la lavatrice che perde acqua, e così via…

Spesso, di fronte ad un problema, la reazione più normale è quella di iniziare a lamentarsi e in seguito cercare una soluzione che ci permetta di ovviare a quel problema.

Così, da buoni consumatori, compriamo uno scooter per muoverci più agilmente nel traffico, un nuovo computer che funzioni meglio, un nuovo modem e una nuova lavatrice.

Non c’è niente di male, ad essere consumatori. È il principio di base che fa girare l’economia. Tuttavia, per avere successo, non dobbiamo limitarci ad essere dei consumatori, ma dobbiamo iniziare a sviluppare anche una buona mentalità da produttori e fornitori di soluzioni.

Sviluppare una mentalità da produttori, significa iniziare a pensare a quali problemi TU puoi risolvere per gli altri, iniziare a vedere nei problemi un bisogno da soddisfare.

Pensare da produttore significa, porsi la domanda: “come potrei creare un servizio o un prodotto che risolve questo problema?”

Non sto dicendo che devi metterti a produrre scooter, modem e lavatrici.

Ma che se hai delle conoscenze molto specifiche che potrebbero risolvere il problema di qualcun altro, allora devi sfruttarle per diventare un produttore.

Se sei in grado di risolvere un problema o di fornire un servizio utile alle persone che ne hanno bisogno, hai tutte le carte in regola per avviare un business online.

È un concetto molto importante e che potrebbe farti cambiare davvero la prospettiva attraverso la quale vedi il mondo.

Il web oggi è lo strumento migliore che io conosca per essere un imprenditore, ma devi acquisire la mentalità giusta per farlo. Devi fare il “salto” dall’altra parte, quella del fornitore di soluzioni.

Posso farti un esempio di come ho sfruttato personalmente questo concetto.

Forse ricorderai che lo scorso giugno è entrata in atto la tanto odiata legge che regola la gestione dei cookie e dei dati degli utenti da parte dei siti web.

Le settimane immediatamente precedenti all’entrate in vigore della legge, ho visto scatenarsi un vero e proprio putiferio. Dovunque, sul web, si leggevano critiche e dibattiti e i social erano pieni di persone che chiedevano disperatamente consigli per adeguare il proprio sito per evitare multe salate.

Confesso che anche per me non è stata una buona notizia, ma dopo aver preso atto del problema mi sono messo a studiare per giorni l’argomento.

Ho scoperto così che c’erano dei servizi, come quello di Iubenda, che permettevano di creare la cookie policy e quali accorgimenti utilizzare per mettere ogni sito a norma.

Alla fine ero arrivato a capire la soluzione.

Dopodiché ho pensato bene di condividere le informazioni che avevo in mio possesso con i lettori del mio blog. Senza rendermene davvero conto, avevo scritto il primo vero articolo utile, e soprattutto pratico, sull’argomento.

Così, in pochi giorni, l’articolo “Come adeguare il tuo blog alla nuova legge su Privacy e cookie” è saltato in cima ai risultati delle ricerche fatte su Google e ha veicolato al mio giovane sito più di 100 mila visite in due settimane.

Visto il grande successo dell’articolo, pensai di inserire al suo interno un link di affiliazione al servizio di Iubenda. E oggi, grazie a questo piccolo stratagemma riesco a guadagnare ogni mese quasi 100 euro.

Si, lo so, 100 euro al mese non mi hanno di certo aperto le porte della ricchezza, ma è una piccola somma che guadagno regolarmente senza far niente.

Ma la cosa più importante di questa storia, è il fatto che sia riuscito a trasformare un problema in qualcosa di redditizio.

A volte è disarmante notare com’è facile sfruttare un vento contrario a proprio favore. Basta mettersi nella direzione giusta.

Abitudine numero 2: Studiare

Studiare e acquisire sempre nuove conoscenze, è una delle abitudini che non dovrai mai perdere nella vita. Togliti dalla testa il fatto che l’apprendimento finisca con l’università. Il mondo cambia, le conoscenze si evolvono e ci sono sempre nuove cose da scoprire e da conoscere.

Se vuoi avere successo nella vita è necessario continuare a coltivare le tue conoscenze. Ovviamente, non devi disperdere energie sullo studio degli argomenti più disparati, ma devi focalizzarti sullo studio di quelle cose che possono maggiormente aiutarti a sviluppare la tua attività, il tuo lavoro, le tue passioni.

Non nasconderti dietro la scusa della mancanza di tempo. Puoi studiare quando sei in bus o in treno, al posto di perdere la testa sull’ultimo livello di Candy Crush Saga o di guardare la tua serie preferita su Netflix. Porta sempre un libro con te e tiralo fuori ogni volta che sei in una sala d’attesa. Oppure studia approfittando dei tuoi momenti più “intimi”. La mia compagna si chiede come io faccia a passare ogni giorno mezz’ora seduto nel bagno 🙂

Un consiglio spassionato che ti do è quello di studiare l’inglese. Io sono sempre stato una schiappa in questa lingua, ma quotidianamente mi sforzo di leggere un testo in inglese o di guardare qualche serie tv in lingua originale.

La conoscenza dell’inglese ti aprirà le porte per studiare tanto altro materiale interessante che purtroppo non è stato ancora tradotto.

Ad ogni modo, anche se non puoi studiare materiale in lingua inglese, studia tutto quello che può esserti utile per progredire nella tua crescita personale e nel tuo business. Questo blog è un ottimo punto di partenza 😉

Lo studio è capace di distruggere le barriere che ci impediscono di andare oltre i nostri confini. È attraverso lo studio che possiamo abbattere gli ostacoli.

Le persone di maggior successo spesso leggono più di 100 libri all’anno.

Lo so perché adoro leggere le biografie delle persone di successo, per cercare di capire i loro segreti e quali sono state le strategie che hanno utilizzato per realizzarsi.

Io stesso, ogni anno spendo circa 500 € in libri e materiale di vario genere per nutrire la mia fame di conoscenza sul mondo del web. Ed è cosi da anni.

Pensa che sono stato uno dei primi italiani ad acquistare infoprodotti, quando questi rappresentavano la sola fonte di informazione approfondita su alcuni argomenti.

Ma fai attenzione a scegliere bene le tue fonti: non disperdere tempo e denaro in libri e corsi di poco valore. Investi piuttosto in quello che può darti le maggiori conoscenze nel minor tempo possibile. I soldi spesi in formazione rappresentano un vero e proprio investimento che ti garantirà guadagni futuri.

Sembra assurdo, ma ci sono persone che spendono anche tremila euro per un singolo corso di formazione della durata di qualche giorno.

Ma così assurdo in fondo non è. Se ci pensi, non hai tutta la vita per studiare centinaia di libri e sviscerare il loro contenuto fino a comprenderlo al meglio.

Per questo, se pensi che un corso anche molto costoso, possa aiutarti a fare un progresso enorme e a farti risparmiare un sacco di tempo… fallo!

Ti sembrerebbe così assurdo investire mille euro in un corso di inglese “full immersion” che ti promette di padroneggiare la lingua in una settimana?

A me, personalmente, no!

Tutto dipende dai risultati che vuoi raggiungere e dal tempo che hai a disposizione per farlo.

Anche su questo modo di vedere è necessario cambiare prospettiva. Oggi purtroppo, la maggior parte delle persone è abituata ad avere tutto gratuitamente e poco disposta a pagare l’istruzione di qualità.

Se non sei disposto ad investire nemmeno una cifra irrisoria come 100 euro per la tua formazione e per acquisire conoscenze nuove ed utili, bhe, lasciami dire che probabilmente non sei così determinato a raggiungere i tuoi scopi e ad avere successo.

Questo modo di guardare all’istruzione è un’altra grande differenza che divide le persone di successo da quelle mediocri. Non risparmiare le tue risorse per le informazioni di qualità, ma inizia a pensare che ogni euro che spendi per formarti non è altro che un investimento per il tuo futuro.

Abitudine numero 3: Applicare e testare

Allo studio però deve seguire sempre la pratica e l’applicazione. Ho visto tante persone fare diversi corsi, studiare centinaia di libri senza mai cominciare a mettere in pratica nulla.

Persone che studiano gli argomenti più dispararti seguendo tanti maestri e fonti diverse, trovandosi poi impantanati in una mole enorme di informazioni, a volte, anche contraddittorie.

Studiare di tutto e all’infinito è un modo di procrastinare le azioni pratiche. È una messa in scena per rimandare perennemente il momento di mettersi in gioco, per paura di fallire.

Le persone che hanno paura di fallire, studiano all’infinito per avere la certezza di sapere tutto e di non commettere nessuno sbaglio quando un giorno (che forse non arriverà mai) decideranno di darsi da fare.

Ma la procrastinazione è una trappola terribile.

Per questo, devi stampare a fuoco nella tua mente che per avere risultati ci vuole una sola cosa: APPLICAZIONE. Allo studio deve seguire sempre la pratica. Accumulare tanto sapere senza mettersi in gioco non serve a nulla.

Non aspettare di aver finito di leggere tutti i libri che hai acquistato o il momento perfetto.

Soprattutto, non aspettare l’idea geniale. Scambiando delle email con i miei lettori, ho capito che molti di loro sono bloccati proprio perché non trovano l’idea geniale, unica e straordinaria da mettere in pratica.

Ma le opportunità non derivano, quasi mai, dalle nuove idee. Per creare un piccolo business online non devi inventare un nuovo servizio o un nuovo bisogno ma, semplicemente, limitarti a migliorare i servizi o i bisogni già esistenti e soddisfare al meglio i tuoi utenti.

Qualcuno lo sta già facendo? Tu Fallo meglio!

La concorrenza non deve essere mai una scusa, ma una sfida. La concorrenza è dappertutto, il tuo compito è di fare il tuo lavoro meglio degli altri!

Ovviamente usando le opportune strategie di focus e differenziazione.

Definisci il tuo brand,  studia bene il tuo target di riferimento e poi passa all’azione.

Ricorda che il successo è nell’esecuzione e non nell’idea.

Inizia e applica le tue conoscenze. Non vedere i tuoi fallimenti come delle sconfitte, ma come delle risposte ai tuoi test.

I fallimenti sono i risultati negativi di un test. Ti indicano quale strada non devi percorrere e te ne aprono delle altre.

Metti in pratica le tuo conoscenze e non rinunciare mai davanti all’insuccesso. La maggior parte delle persone che hanno scritto la storia, ha raggiunto il suo successo solo dopo numerosi fallimenti.

L’applicazione e la determinazione sono altri due fattori che dividono gli uomini di successo dal resto del mondo.

Abitudine numero 4: Porsi un obiettivo

Per restare motivati è concentrati, è necessario darsi un obiettivo preciso in termini di tempo e di risultati. Come ho già scritto, qualche giorno fa, per rispondere ad alcune domande di Fabio Festino, è fondamentale essere disposti a lavorare per un po’ di tempo prima di vedere i risultati del proprio lavoro.

Consigliarti di portare pazienza è scontato e banale. Il modo migliore per non perdere la motivazione è, piuttosto, quello di creare una tabella di marcia con gli obiettivi da raggiungere e dei tempi stabiliti.

Ad esempio:

3 mesi: primi 500 iscritti alla mailing list

6 mesi: creazione del primo infoprodotto

12 mesi: 2000 iscritti alla lista

15 mesi: creazione di un secondo infoprodotto

24 mesi: guadagnare almeno 500 € al mese con il blog

In questo modo sarà più semplice visualizzare il lavoro da fare di volta in volta e massimizzare l’impegno per raggiungere lo step previsto.

Lavora e preoccupati solo per arrivare al prossimo step, senza guardare alla “cima della salita”. Un traguardo che vedi troppo lontano potrebbe schiacciarti e demotivarti.

Scrivi su un foglio di carta il tuo obiettivo finale e non arrenderti finché non l’avrai raggiunto. Qualunque esso sia.

Ricapitolando:

Cambia mentalità e pensa da produttore

Studia

Applica

Poniti degli obiettivi e seguili

Sono queste le quattro abitudini fondamentali che devi avere per aspirare a grandi traguardi. Tutto il resto conta poco. Lascia stare chi ti dice che il segreto del successo sta nelle piccole cose come:

avere un calendario editoriale

scrivere tutti i giorni

svegliarsi alle 6 ogni mattina

…e tante altre sciocchezze come queste.

Non sono queste le abitudini che ti cambieranno la vita.

Esistono blogger di successo che pubblicano i loro articoli senza nessuna regolarità e a distanza di mesi l’uno dall’altro. Nonostante ciò hanno successo.

Scrivere tutti i giorni può essere una strategia da attuare per un brevissimo periodo, una settimana al massimo, per aumentare rapidamente il traffico sul tuo sito in situazioni di emergenza ma non è una strategia assolutamente utile a lungo termine e che serve solo ad esaurire la tua motivazione prima del tempo.

Non mi stancherò mai di ricordarti questo concetto.

Per lavorare, segui sempre i tuoi ritmi e non forzarti a svegliarti ad orari improponibili solo per dar retta al guru di turno.

Io alle 6 di mattina non saprei dire nemmeno come mi chiamo, mentre sono perfettamente capace di scrivere un articolo in tarda serata.

Ognuno di noi ha ritmi diversi e molto personali. Forzarli e modificarli è molto rischioso per il nostro equilibrio psico-fisico.

Asseconda la tua mente e il tuo corpo e segui i ritmi migliori per te.

Concentra i tuoi sforzi nel mettere in pratica le quattro abitudini fondamentali che ti ho indicato e dacci dentro.

Tutto il resto, sono chiacchiere inutili.

Se sei davvero motivato, se vuoi davvero realizzare i tuoi progetti, devi smetterla di perdere tempo in attività inutili, smetterla di inventare scuse, smetterla di rimandare.

 

Spero che tu abbia apprezzato questo articolo.

E, a proposito, di abitudini, perché non prendi anche quella di condividere i miei post? Puoi iniziare oggi 😉

About Francesco Panico

Autore e fondatore di blogfacile.net. Appassionato di Web Marketing e copywriting, mi occupo di strategie di blogging e di lead-generation.
5 commenti
  1. Rocco Laurino
    Rocco Laurino dice:

    Penso che vedere i problemi come nuove opportunità sia il passo fondamentale da compiere. Uscire dagli schemi tradizionali e abbandonare lo sport nazionale della lamentala per costruire qualcosa per noi stessi e gli altri. Bisogna cercare di uscire dalla propria zona di comfort provando ad esempio anche a svegliarsi presto la mattina. Io ad esempio, non sono mai stato mattiniero, ma da quando ho deciso veramente che volevo cambiare questo aspetto, mi alzo alle 5 del mattino per fare allenamento. Che aggiungere, volere è potere.

  2. Federico
    Federico dice:

    Caro Francesco,

    condivido tutto quello che hai scritto.

    Io ho applicato con successo la tua regola dello scomporre gli obiettivi più grandi in tanti piccoli obiettivi.

    Consiglio a tutti di farlo. E’ sorprendente quello che si riesce ad ottenere.

    Un abbraccio,

    Federico

  3. Alberto Berruti
    Alberto Berruti dice:

    Bravo Francesco, ottimo articolo!
    Vedere i problemi come opportunità aumenta sicuramente le chances di soluzione. Sembra un concetto banale, ma troppo spesso non lo seguiamo.
    O fuggiamo dal problema, o crediamo che drammatizzandolo aumenti di conseguenza il nostro livello di engagement, mentre invece si alza solo la nostra frustrazione.
    Da tenere a mente sempre. Ciao.

  4. Anh
    Anh dice:

    Ciao Francesco! Sono d’accordo su tutto!! Io faccio una fatica immensa a svegliarmi presto al mattino, ciò non significa che non mi impegni per raggiungere i miei obiettivi: semplicemente sfrutto al meglio i momenti in cui sono davvero più produttiva (NON alle 6 del mattino!). E anch’io sposo il concetto che bisogna fare pratica, non solo imparare la teoria, altrimenti tutto lo studio non servirà a molto.
    Continua così, un abbraccio!

I commenti sono chiusi.